Silvia lucia

Riflessi d'Accademia

Gli oggetti in mostra nella Sala Storica dell’Accademia Navale di Livorno sono uno dei soggetti principali della mia esposizione.

Non sono perfettamente a fuoco e sono schermati da una teca che in parte li nasconde perché riflette ciò che sta intorno.

Sono oggetti che non si possono toccare ma che non si riesce neanche a vedere bene, come se una “doppia distanza” li separasse da chi li guarda.

Una doppia distanza tra me, loro e gli Ufficiali presenti nella Sala Storica.

Non sono riuscita ad entrare in Accademia né come Cadetto né come Riservista, il destino me lo ha impedito: una doppia distanza, uno sguardo velato, un velo di tristezza .