Fabio Beconcini
Camminando per monti e valli della Toscana

Socio del Fotocineclub 3C Cascina dal 1974 al 2014. 

Dal 2014 Presidente del Ci.F.A.L.

Fotografo dal 1972,da sempre appassionato di foto naturalistica.

In statistica FIAF dal 1974, con circa 1300 ammissioni a concorsi.

9 stelle FIAP.

AFIAP dal 1977- EFIAP dal 1977 – BFI nel 2104 – IFI nel 2018

Circa 300 accettazioni internazionali con diversi premi.

In Italia premi in tutti i principali concorsi fotografici.

Partecipazione a diverse giurie come a Cascina, Firenze, Figline Valdarno, Bibbiena, Vinci, Sinalunga, Arezzo e Pontedera.

Mostre personali in moltissime località, in particolare nel 2009 mostra a Pisa sui “Licheni” e la grande mostra nell’ingresso dell’Ipercoop di Navacchio dal titolo “Che bella la brutta stagione” visitata da decine di migliaia di persone.

Segnaliamo poi a Bibbiena, nel 2010 la mostra dedicata agli italiani, campioni del mondo della fotografia naturalistica, dove è stato invitato come ospite d’onore.

Sempre nel 2010 mostra personale a Livorno ed infine nel Luglio del 2011 grande successo con “Che bella la brutta Stagione” a Wunsiedl.

Volterra 2012, Pontedera 2014 e Lari nel 2015.

Nel Giugno 2018 sempre in Baviera la nuova mostra che è stata replicata a Volterra, Aprile 2019 con circo 9.000 visitatori. Cito anche Buti nel settembre 2018 e Firenze al Tiepidarium di Villa Foster nel Giugno 2019.

Si segnala la medaglia d’oro con la squadra Italiana in India del 1980 CP ed una medaglia d’argento nel 1995 Biennale Natura in Belgio.

Hanno pubblicato sue immagini molte riviste Italiane di fotografia e molte riviste Europee in occasione del Premio Europeo “I Giovani” dove dopo la selezione italiana ha ricevuto il 2° Premio Assoluto.

Nel 2012 una sua fotografia sarà esposta in tutte le sedi del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Presente per molti anni nell’Annuario FIAF.

Articoli ed interviste sul Fotoamatore, oggi “Fotoit”, Fotografare e Reflex e recentemente una presentazione nel annuario della Città di Pontedera.

Ha illustrato diversi libri come autore delle immagini e delle ricerche fotografiche, segnaliamo: “Il cane da tartufo”, “Storia del Castello di Lari”, “Cascina”, “Cento anni di fotografia ed un po’ di storia di Lavaiano”, “Buti”, “Montefoscoli”, “Io sto con i funghi” etc. 

La rivista del CAI “Montagne 360°” ha pubblicato negli ultimi anni 4 monografie dedicate a vari argomenti naturalistici.

Presente in molte pubblicazioni Fiaf ed in particolare “Immagini del gusto” e “Passione Italia” per 150 anni dell’unità d’Italia, “Tanti per tutti” nel 2015.

Da diversi anni si dedica ad insegnare fotografia a giovani e meno giovani in diversi luoghi della Toscana ed in particolare alle Università della Terza Età di Pisa e Pontedera e corsi di fotografia di base in circoli fotografici della zona.

Tra i riconoscimenti ricevuti si segnala in particolare quello del Fotoclub Firenze che gli ha assegnato nel 2005 il Premio “Una vita per la fotografia”.

Costretto dagli eventi ad abbandonare la foto analogica, nel 2005, ha lasciato le sue Contax nel cassetto per passare alle Canon digitali cercando di recuperare negli anni successivi la sua scarsa dimestichezza con i programmi di fotoritocco e con il computer.

Dal 2006 cura con molta passione e soddisfazione il suo sito internet www.fabiobeconcini.com dove si può trovare sia la parte antologica che la sez. “Il Giovedì” dove sono raccontate ed illustrate le sue avventure e quelle del gruppo di amici che con lui, settimanalmente, percorrono sentieri.

Con un po’ di tempo a disposizione, dopo 40 anni di lavoro in ospedale, continua a girare per i monti e le valli della Toscana ed altri luoghi del mondo fotografando molto di quello che cerca e qualcosa di quello che trova.